Aumenta l’impatto delle tue decisioni prendendo appunti

Giorgia Savić ha ricevuto Impact notebook durante una formazione con Agile Marketing Italia. Lei lo usa come strumento di gestione dei progetti e ci ha raccontato in modo dettagliato come si è organizzata.

Riportiamo la recensione per come l’ha scritta e lo raccontiamo anche visualmente con l’aiuto di una serie di sketchnoting di Elena Brugnerotto.

Prendere appunti per prendere decisioni efficaci ha bisogno di metodo; funziona ancora di più se personalizzi lo spazio rispetto alle tue esigenze e al tuo modo di ragionare.

Già al primo colpo, mi hanno conquistato il design elegante, la frase motivazionale sulla copertina e il fatto che il taccuino  sia bilingue ITA/ENG. Una volta iniziato a scrivere i progetti, ho trovato UTILISSIME le sezioni sulle pagine dedicate a ogni progetto. Ho trovato la chiarezza che cercavo, semplicemente nel mettere i nomi delle persone coinvolte, data e l’obiettivo del progetto.

Sembra banale, ma la siepe nel labirinto del mio cervello tende a crescere abbastanza velocemente, nascondendo questi indicatori importanti e l’obiettivo stesso.

 

Detto questo, mi sono resa conto dell’enorme importanza delle PAROLE CHIAVE! Questa è stata una rivelazione, senza esagerare.
Le riflessioni in formato a punti sono ottime per disegnare le formine e mini mappe, a differenza dai formati con i quadratini e le linee, che mi confinano il pensiero in qualche modo.
Proprio per questo motivo adoro la sezione bianca, sotto l’Obiettivo del progetto. Qui scrivo/disegno i piani d’azione.

 

Ci ho anche aggiunto due sottocategorie:

1) WHY? – per ricordarmi sempre il “perché” nei momenti difficili, e per poter valutare il cambiamento del’obiettivo se qualche imprevisto dovesse comprometterlo.
Anche se sotto, nelle azioni è previsto scrivere il tipo di azione e l’impatto, mi piace distinguere “bigger picture impact” dal “detail impact”.
2) INSPIRATION – una persona, un’azione, una cosa che mi ha fatto pensare a questo progetto e obiettivo; ingloba in se il valore che mi porta avanti.
Una specie di fonte di saggezza ed energia.

 

Attività per impatto, Chi e Quando – mi tengono “on track”.

Di solito mi scrivo più azioni, una sotto l’altra nella stessa sezione, perché lo spazio disponibile me lo permette.
Penso veramente che, dal punto di vista formale, gli spazi sono ottimizzati al massimo.
Dal punto di vista del contenuto, è eccezionale!
Per non dimenticare l’indice dei progetti, è molto facile orientarsi.

 

Assolutamente importanti le pagine bianche, mi risparmiano quaderni aggiuntivi perché ogni concetto sintetizzato in una parola devo elaborare, contestualizzare, collegare con le idee “bianco su nero”, per non lasciarmele sfuggire. Arrivano in stormi e poi volano via, non mi lasciano neanche un ricordo. 😂
Ho ricevuto un meraviglioso strumento, che non è stato solo il taccuino;
ma un metodo di organizzazione dei pensieri e l’opportunità di concretizzarle tramite azioni sostenibili. Preziosissimo!

 

Se vuoi saperne di più su come Creography Impact notebook fa avere più impatto prendendo appunti esplora qui.  O scrivici subito se vuoi sapere della versione con copertina personalizzata, per i tuoi clienti, la tua organizzazione o per le attività formative che organizzi.

Grazie di cuore per la tua testimonianza Giorgia (Đurđija Savić), il tuo racconto è dettagliato e preciso, di sicuro di stimolo per altri 🙂 Buoni progetti!
Grazie a Deborah Ghisolfi per essere stata tra i primi a credere in Impact notebook e nel metterlo in buone mani!